post

Sul Cammino dei Briganti da Rosciolo dei Marsi a Cartore

IMG_1593

 

Domenica 5 marzo 2017

Sul Cammino dei Briganti
Da Rosciolo dei Marsi a Cartore… e ritorno.

Andremo a percorrere una delle tappe del “ Cammino dei Briganti”
La Marsica e il Cicolano sono terre di boschi, montagne e storie di briganti. In particolare il territorio attraversato da questo cammino è un territorio di confine, oggi tra Abruzzo e Lazio, ieri tra Stato Pontificio e Regno Borbonico. I briganti vivevano sul confine per passare da una parte all’altra a seconda della minaccia. I briganti non erano malviventi, lottavano contro l’invasione dei Sabaudi, che avevano costretto il popolo a entrare nell’esercito. Erano spiriti liberi, che non volevano assoggettarsi ai nuovi padroni, e per questo erano entrati in clandestinità. Una storia fatta anche di rapimenti, riscatti, e tanta violenza.
Una storia di 150 anni fa. Oggi l’esperienza dei viaggiatori antichi viene riproposta basata sul viaggiare a piedi da paese a paese lungo questo cammino

Da Cartore si risale al Passo Le Forche, sotto il Monte Velino, e si scende a Santa Maria in Valle Porclaneta, altro luogo carico di suggestioni, tra le quali una magnifica chiesa romanica, capolavoro d’arte del X secolo.

Dislivello andata: 250 m ca
Dislivello ritorno: 300 m ca
Dislivello complessivo positivo: 550 ma ca
Durata: 6 ore ca ( soste incluse)
Difficoltà: E
Lunghezza a/r: 11 km ca

Appuntamento e partenza: ore 9,00 al parcheggio di Santa Maria in Valle Porclaneta , Rosciolo dei Marsi

Su prenotazione possibilità di pranzo a Cartore ( menù alla carta)

Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.
Obbligatoria la prenotazione entro le 12,00 del giorno prima.
La guida si riserva di escludere le persone che non hanno un equipaggiamento adeguato.

Min 5 – Max 15 partecipanti

Costi del trekking:
€ 15 a persona, comprensivo di escursione guidata a cura di un Accompagnatore di Media Montagna/ Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo e copertura assicurativa per tutta la durata dell’evento.

Possibilità di pernotto in B&B

Materiale ed Equipaggiamento:
Zaino da montagna, scarpe da trekking, coprizaino per pioggia, bastoncini telescopici, maglietta, pile o maglione, giacca a vento impermeabile, pantaloni comodi per la camminata, maglietta di ricambio, cappello, guanti, medicinali personali, occhiali da sole, sacchetti biodegradabili per immondizia, borraccia per l’acqua (1,5 lt), sali minerali, frutta secca, pranzo al sacco (se non si prenota il pranzo presso la struttura)

Info e prenotazioni:
Ercole Marchionni 3382717448
info@montagneselvagge.com
www.montagneselvagge.com

 

Logo montano Ercole png

Santa Maria in Valle Porclaneta

Santa Maria in Valle Porclaneta

post

Alla scoperta della Valle d’Amplero e delle tombe degli antichi guerrieri marsi

Amplero

Amplero

Sabato 4 marzo 2017

Alla scoperta della Valle d’Amplero e le tombe degli antichi guerrieri marsi

Dislivello: 150 m ca

Durata: 4 ore

Difficoltà: E

Su prenotazione possibilità di pranzo a Collelongo al costo di € 15 ( primo,secondo, contorno, acqua, caffè, liquore)

Appuntamento: ore 8.30 ad Avezzano ( uscita autostradale)

 Facile escursione di importantissimo valore storico.

Visiteremo l’area fortificata sul colle detto La Giostra e la cosiddetta Necropoli del Cantone

Il percorso percorre sentieri tra le montagne immediatamente a ridosso della conca del Fucino e nessuno potrebbe mai sospettare che i fitti boschi poco distanti dal piccolo comune di Collelongo (AQ) nascondano segreti di valore innestimabile e pagine di storia antica ancora non del tutto decifrate. Eppure i colli che a nord est del borgo abitato circondano l’area piana di Amplero, a sud dell’ex bacino del Fucino, furono terra attiva e vitale fin dal VI secolo a. C., rivelando tracce degli antichi popoli autoctoni, ben prima dell’arrivo dei romani nel territorio abruzzese.

 Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.

Obbligatoria la prenotazione entro le 12,00 del giorno prima.

La guida si riserva di escludere le persone che non hanno un equipaggiamento adeguato.

 Min 5 – Max 15 partecipanti

 Costi del trekking:

€ 15 a persona per ogni escursione, comprensivo di escursione guidata a cura di un Accompagnatore di Media Montagna/ Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo e copertura assicurativa per tutta la durata dell’evento.

 Possibilità di pernotto in B&B

 Materiale ed Equipaggiamento:

Zaino da montagna, scarpe da trekking, coprizaino per pioggia, bastoncini telescopici, maglietta, pile o maglione, giacca a vento impermeabile, pantaloni comodi per la camminata, maglietta di ricambio, cappello, guanti, medicinali personali, occhiali da sole, sacchetti biodegradabili per immondizia, borraccia per l’acqua (1,5 lt), sali minerali, frutta secca, pranzo al sacco (se  non si prenota il pranzo presso la struttura)

Info e prenotazioni:

Ercole Marchionni 3382717448

info@montagneselvagge.com

www.montagneselvagge.com

Amplero

Accompagnatore di Media Montagna



post

Corso base di Nordic Walking ad Avezzano -25 e 26 febbraio

Nordic Walking Avezzano

Corso Base di Nordic Walking ad Avezzano

Sabato 25 febbraio e domenica 26 febbraio 2017

Il corso base è il primo avvicinamento alla tecnica del Nordic Walking, avrà luogo ad Avezzano (Aq), in localita Pineta di Avezzano.

Il corso base ha una durata di 10 ore divise in due giornate, e prevede di apprendere questa tecnica grazie ad una mirata metodologia di insegnamento, in 5 fasi, secondo quanto stabilito dalle direttive della Scuola Italiana Nordic Walking. Tramite la metodologia delle “5 Fasi”, gli allievi apprenderanno la tecnica del Nordic Walking, curando aspetti legati alla corretta postura del corpo, alla coordinazione motoria, alla funzionalità del piede, alla mobilizzazione della colonna vertebrale e alla tonificazione muscolare. Al termine del corso è prevista un’uscita per mettere subito in pratica la tecnica del Nordic Walking e verrà consegnato un Attestato di Partecipazione.

BENEFICI:

All’aria aperta, fa bene al cuore e circolazione, rafforza braccia e spalle, migliora la postura della schiena e tonifica glutei e addominali. A prima vista sembrerebbe una cura miracolosa. E’ il Nordic Walking nuovo metodo di praticare sport che si sta affermando in tutto il mondo. Sport per tutti e per tutto l’anno che offre agli appassionati di fitness un modo facile, poco costoso e divertente per gustare uno stile di vita sano e attivo.

QUANDO:

Sabato 25 febbraio e domenica 26 febbraio, dalle 9,00 alle 13,00.

DIFFICOLTA’: facile, adatto a tutti

PROGRAMMA:

Sabato 25 febbraio

Rilassamento e recupero della camminata naturale, sviluppo coordinativo e tecnica di spinta in parallelo, elementi posturali.

Domenica 26 febbraio

Sviluppo coordinativo e tecnica alternata, elementi posturali, respirazione, introduzione alle tecniche avanzate.

Il corso sarà tenuto da Istruttore della Scuola Italiana Nordic Walking (www.scuolaitaliananordicwalking), i bastoncini saranno forniti per tutta la durata del corso.

costo: 45€ a partecipante comprensivo dell’utilizzo dei bastoncini e di copertura assicurativa.

Si consiglia abbigliamento comodo adatto alle temperature del periodo e scarpe da ginnastica con suola scolpita o scarpe da trail running.

Info e prenotazioni: 3382717448, info@montagneselvagge.com

Ercole Marchionni

Istruttore di Nordic Walking della Scuola Italiana Nordic Walking

Accompagnatore di Media Montagna, Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo

Corso di Nordic Walking ad Avezzano

15032803_1017839561656090_444657268962442989_n

 

Nordic Walking Avezzano

Fotografie dell’escursione guidata da Gioia dei Marsi al borgo vecchio di Sperone

Diciannove febbraio duemiladiciassette

Abbiamo percorso il sentiero che dal Paese di Gioia dei Marsi arriva al borgo vecchio di Sperone e al Monte Serrone.
Una giornata solare sia dal punto di vista meteorologico che attitudinale.
Osservare la faglia che ha originato il terremoto della marsica nel 1915 è stato veramente toccante. Guardare lì, dove una volta c’era un grande lago circondato da vette maestose, e raccontarne la storia dal balcone più bello della marsica, è come ritornare indietro nel tempo che fu. Camminare nelle stradine dell’antico borgo di Sperone ti fa respirare l’aria di tanti anni fa, colma di volontà e coraggio.

Ringrazio tutti per queste ore passate insieme!

#montagneselvagge
www.montagneselvagge.com

IMG_1818 IMG_1817 IMG_1872 IMG_1869 IMG_1862 IMG_1861 IMG_1865 IMG_1860 IMG_1855 IMG_1854 IMG_1849 IMG_1850 IMG_1851 IMG_1834 IMG_1835 IMG_1838 IMG_1839 IMG_1840 IMG_1841 IMG_1842 IMG_1843 IMG_1848 IMG_1847 IMG_1833 IMG_1816 IMG_1820 IMG_1822 IMG_1823 IMG_1824 IMG_1830 IMG_1811 IMG_1812 IMG_1810 IMG_1809 IMG_1806 IMG_1805 IMG_1804 IMG_1803 IMG_1802 IMG_1800 IMG_1798 IMG_1781 IMG_1767 IMG_1769 IMG_1782 IMG_1783 IMG_1770 IMG_1771 IMG_1784 IMG_1789 IMG_1772 IMG_1773 IMG_1791 IMG_1792 IMG_1776 IMG_1777 IMG_1793 IMG_1794 IMG_1778 IMG_1779 IMG_1795 IMG_1797 IMG_1780 IMG_1739 IMG_1744 IMG_1748 IMG_1753 IMG_1754 IMG_1756 IMG_1759 IMG_1761 IMG_1762 IMG_1765 IMG_1766 IMG_1737 IMG_1736 IMG_1733 IMG_1731

post

Corso base di Nordic Walking ad Avezzano, 25 e 26 febbraio

Nordic Walking Avezzano

Corso Base di Nordic Walking ad Avezzano

Sabato 25 febbraio e domenica 26 febbraio 2017

Il corso base è il primo avvicinamento alla tecnica del Nordic Walking, avrà luogo ad Avezzano (Aq), in localita Pineta di Avezzano.
Il corso base ha una durata di 10 ore divise in due giornate, e prevede di apprendere questa tecnica grazie ad una mirata metodologia di insegnamento, in 5 fasi, secondo quanto stabilito dalle direttive della Scuola Italiana Nordic Walking. Tramite la metodologia delle “5 Fasi”, gli allievi apprenderanno la tecnica del Nordic Walking, curando aspetti legati alla corretta postura del corpo, alla coordinazione motoria, alla funzionalità del piede, alla mobilizzazione della colonna vertebrale e alla tonificazione muscolare. Al termine del corso è prevista un’uscita per mettere subito in pratica la tecnica del Nordic Walking e verrà consegnato un Attestato di Partecipazione.

BENEFICI:
All’aria aperta, fa bene al cuore e circolazione, rafforza braccia e spalle, migliora la postura della schiena e tonifica glutei e addominali. A prima vista sembrerebbe una cura miracolosa. E’ il Nordic Walking nuovo metodo di praticare sport che si sta affermando in tutto il mondo. Sport per tutti e per tutto l’anno che offre agli appassionati di fitness un modo facile, poco costoso e divertente per gustare uno stile di vita sano e attivo.

QUANDO:
Sabato 25 febbraio e domenica 26 febbraio, dalle 9,00 alle 13,00.

DIFFICOLTA’: facile, adatto a tutti

PROGRAMMA:
Sabato 25 febbraio
Rilassamento e recupero della camminata naturale, sviluppo coordinativo e tecnica di spinta in parallelo, elementi posturali.

Domenica 26 febbraio
Sviluppo coordinativo e tecnica alternata, elementi posturali, respirazione, introduzione alle tecniche avanzate.

Il corso sarà tenuto da Istruttore della Scuola Italiana Nordic Walking (www.scuolaitaliananordicwalking), i bastoncini saranno forniti per tutta la durata del corso.

Costo: 45€ a partecipante comprensivo dell’utilizzo dei bastoncini e di copertura assicurativa.

Si consiglia abbigliamento comodo adatto alle temperature del periodo e scarpe da ginnastica con suola scolpita o scarpe da trail running.

Info e prenotazioni: 3382717448, info@montagneselvagge.com

Ercole Marchionni
Istruttore di Nordic Walking della Scuola Italiana Nordic Walking
Accompagnatore di Media Montagna, Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo

15032803_1017839561656090_444657268962442989_n

Corso di Nordic Walking ad Avezzano

Nordic Walking Avezzano

post

Trekking: il paese fantasma e le sue vette

Speone

Sperone

Domenica 19 febbraio 2017

Escursione guidata professionalmente!

Trekking tra paesi fantasma e vette!

In cammino tra paesi antichi e natura selvaggia. Con questo appuntamento vi porteremo a visitare il paese fantasma di Sperone e la vetta del Monte Serrone, alle porte dello storico Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Bellissimo itinerario che percorre le antiche vie di comunicazione tra un paese e l’altro. Anticamente erano usate per gli spostamenti lavorativi o per incontrare la propria amata o il proprio amato.

Dislivello: 650 m
Durata: 5 ore ca ( soste incluse)
Difficoltà: E
Lunghezza a/r: 11  km ca

Appuntamento e partenza: ore 9,00 a Gioia dei Marsi – Piazza Savoia, vicino il benzinaio.
Dal paese di Gioia dei Marsi località Fontana Vecchia inizia il sentiero che porta alla torre di Sperone. Il sentiero è nominato V2, il tempo di percorrenza è di 1.30 h, con un livello di difficoltà E. Il sentiero inizia con una strada sterrata per poi deviare all’interno del boschetto. Molto belli sono i muretti tirati a secco che si incontrano lungo il cammino ed in giugno il colore dominante è il giallo delle ginestre ed il loro profumo.
Usciti dal boschetto si apre la radura dalla quale è possibile osservare la Torre . Proseguendo lungo la radura s’incontra prima il vecchio borgo di Sperone poi la chiesa di S. Nicola e infine la Torre che si affaccia su di un impervio vallone e sul Fucino. Volendo si può proseguire fino a raggiungere la vetta del monte Serrone dove c’è un piccolo rifugio. Il Serrone è noto per lo sport del parapendio e da un punto di vista geologico, per la faglia generatasi con il devastante terremoto del 1915.

Balcone naturale della Marsica, sentinella silenziosa e strategica sin dall’epoca della prima fortificazione romana, del paese di Sperone non restano oggi che mura, tetti e stanze senza arredi in attesa di nuovi segni del tempo, testimoni muti di una storia che in pochi ricorderanno. Abbandonata definitivamente dopo gli anni settanta per via dell’impervio isolamento che nei secoli era stato la sua fortuna, subì la sorte di chi non riesce a correre al passo coi tempi, spegnendosi lentamente negli anni. Oggi la torre di un castello ormai scomparso domina l’impianto urbanistico di Gioia dei Marsi, dall’alto del Passo Sparnasio. Da lontano è la prima, tra le case che restano, ad indicare il vecchio borgo: guarda la valle da 8 secoli, ma da meno di uno non ha più generazioni che la ricordino come simbolo della propria città. Fu difficile per chi vi abitava abbandonare Sperone ed ogni pretesto fu lecito per rallentare quell’emorragia di giovani che parve irrefrenabile dal dopoguerra in poi.  I cittadini lottarono perché si migliorasse la viabilità, si garantissero servizi primari e si dicesse costantemente messa in paese fino all’ultimo. Persino quando tutto sembrò ormai irreversibile, cercarono di tornare al Borgo quanto più spesso possibile per attività rituali legate alla terra o al culto. Questa lotta contro il tempo durò oltre cinquant’anni e si concluse con l’ultimo amaro trasloco, quello delle salme di chi vi riposava da tempo, al cimitero, quando tutti i defunti vennero portati via per essere ricollocati anch’essi a valle, insieme ai vivi. Per chi torna oggi resta solo un campo di margherite al centro di un mazzo di case vuote: vogliamo credere che sia lo stesso dove, come narra la leggenda, trovarono pace i nemici del sanguinario signore che ebbe potere di vita e morte in questi luoghi, quando Sperone prosperava ed era la prima tra le vedette della marsica orientale.

Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.

Obbligatoria la prenotazione entro le 12,00 del giorno prima.
La guida si riserva di escludere le persone che non hanno un equipaggiamento adeguato.

Min 5 – Max 15 partecipanti

Costi del trekking:
€ 15 a persona, comprensivo di escursione guidata a cura di un Accompagnatore di Media Montagna/ Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo e copertura assicurativa per tutta la durata dell’evento.

Possibilità di pernotto in B&B

Materiale ed Equipaggiamento:
Zaino da montagna, scarpe da trekking, coprizaino per pioggia, bastoncini telescopici, maglietta, pile o maglione, giacca a vento impermeabile, pantaloni comodi per la camminata, maglietta di ricambio, cappello, guanti, medicinali personali, occhiali da sole, sacchetti biodegradabili per immondizia, borraccia per l’acqua (1,5 lt), sali minerali, frutta secca, pranzo al sacco.

Info e prenotazioni:
Ercole Marchionni 3382717448
info@montagneselvagge.com
www.montagneselvagge.com

Iscriviti alla newsletter di www.montagneselvagge.com, inserendo la vostra mail e i vostri dati nell’apposita sezione. Oppure inviaci un msg tramite WhatsApp al numero 3382717448 con il vostro nome e verrete aggiornati su tutte le nostre attività.

 

Sperone

Monte Serrone

Logo montano Ercole png

Fotografie dell’escursione ad anello da Massa d’Albe a Rosciolo dei Marsi

Dodici febbraio duemiladiciassette

Splendida escursione ad anello da Massa d’Albe a Rosciolo dei Marsi. In ottima compagnia abbiamo trascorso una bellissima giornata nel Parco Naturale Regionale Sirente Velino, osservati dalle vette innevate del Monte Velino e del Monte Cafornia. Abbiamo attraversato sentieri che anticamente erano le prime vie di comunicazione tra paesi ed abbiamo osservato il volo maestoso del grifone.
Grazie a tutti.
Presto altre foto…

IMG_1600 IMG_1602 IMG_1595 IMG_1594 IMG_1593 IMG_1588 IMG_1582 IMG_1581 IMG_1580 IMG_1574 IMG_1538 IMG_1530 IMG_1497 IMG_1495 IMG_1476 IMG_1475 IMG_1474 IMG_1473 IMG_1472 IMG_1470 IMG_1469 IMG_1467 IMG_1459 IMG_1458 IMG_1456 IMG_1452 IMG_1451 IMG_1442 IMG_1437 IMG_1436 IMG_1435 IMG_1432 IMG_1431 IMG_1429 IMG_1428

post

Il paese fantasma di Sperone e la faglia del terremoto del 1915

Siamo stati in sopralluogo nel paese fantasma di Sperone e sul Monte Serrone, dove restano ancora ben visibili i segni del terribile terremoto che distrusse gran parte della marsica nel 1915. Il pendio del monte, infatti, è segnato da una lunga faglia visibile nelle foto che ho condiviso di seguito. E’ stato veramente toccante osservare da vicino questi segni nella roccia.
Nel paese di Sperone si respira ancora l’aria di un tempo che non c’è più… ed il pensiero va alle genti che qui vissero la loro vita.

La storia di Sperone:

SPERONE: TRA MITO E LEGGENDA, LA STORIA DI UN BORGO FANTASMA

Monte Serrone e la faglia delterremoto del 1915 La faglia vista dal sentiero La torre di Sperone che domina sul borgo fantasma Sperone Vetta del Monte Serrone

post

Anello di Massa d’Albe e Rosciolo

Monte Velino

Domenica 12 febbraio 2017

Inizia il nostro percorso tra paesi antichi e natura selvaggia. Con questo primo appuntamento vi porteremo sull’anello di Massa d’Albe e Rosciolo nel Parco Naturale Regionale Sirente Velino

Bellissimo itinerario sui sentieri dello Slow Trekking alle pendici del Monte Velino e del Monte Cafornia, che percorre le antiche vie di comunicazione tra un paese e l’altro. Anticamente usate per gli spostamenti lavorativi o per incontrare la propria amata o il proprio amato. Avremo la possibilità di incontrare i cervi e ammirare il volo maestoso del grifone.

Dislivello: 450 m
Durata: 5 ore ca ( soste incluse)
Difficoltà: E
Lunghezza a/r: 10 km ca

Appuntamento e partenza: ore 9,30 a Massa d’Albe – Piazza della Fonte, vicino il fontanile.

Una discesa su un viottolo erboso porta al vallone che separa la Costa Grande dal Monte lo Pago, tra fitta vegetazione e belle formazioni rocciose modellata nel tempo dallo scorrere dell’acqua.
Dove il vallone si allarga il tracciato segnato piega a destra e di dirige verso Rosciolo. Si riparte dalla strada di accesso al paese per poi scendere in una strada asfaltata che lascia il posto a una carrareccia in salita tra la Costa Grande e il Monte Velino.

Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.
Obbligatoria la prenotazione entro le 12,00 del giorno prima.
La guida si riserva di escludere le persone che non hanno un equipaggiamento adeguato.

Min 5 – Max 15 partecipanti

Costi del trekking:
€ 15 a persona, comprensivo di escursione guidata a cura di un Accompagnatore di Media Montagna/ Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo e copertura assicurativa per tutta la durata dell’evento.

Possibilità di pernotto in B&B

Materiale ed Equipaggiamento:
Zaino da montagna, scarpe da trekking, coprizaino per pioggia, bastoncini telescopici, maglietta, pile o maglione, giacca a vento impermeabile, pantaloni comodi per la camminata, maglietta di ricambio, cappello, guanti, medicinali personali, occhiali da sole, sacchetti biodegradabili per immondizia, borraccia per l’acqua (1 lt), sali minerali, frutta secca, pranzo al sacco.

Info e prenotazioni:
Ercole Marchionni 3382717448
info@montagneselvagge.com
www.montagneselvagge.com

  1. img_0722

guide

Dal Rifugio del Diavolo all’Ecorifugio della Cicerana nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

cinque febbraio duemiladiciassette

Camminare in montagna, osservare il movimento delle nuvole, ascoltare il vento che accarezza gli alberi, scrutare le vette, gustare un buon pranzo in un rifugio di montagna. Questa é la nostra domenica… e con la pioggia che attende il nostro ritorno alle macchine.
Una bellissima compagnia, grazie a tutti.

IMG_1231 IMG_1235 IMG_1237 IMG_1238 IMG_1239 IMG_1240 IMG_1242 IMG_1243 IMG_1245 IMG_1249 IMG_1250 IMG_1251 IMG_1252 IMG_1253 IMG_1254 IMG_1256 IMG_1257 IMG_1260 IMG_1261 IMG_1263 IMG_1264 IMG_1266 IMG_1269 IMG_1270 IMG_1271 IMG_1272 IMG_1273 IMG_1274 IMG_1275 IMG_1277 IMG_1278 IMG_1279 IMG_1280 IMG_1281 IMG_1282 IMG_1283 IMG_1284 IMG_1285 IMG_1286 IMG_1287 IMG_1288 IMG_1289 IMG_1290 IMG_1292 IMG_1293 IMG_1294 IMG_1300 IMG_1304 IMG_1305 IMG_1306 IMG_1307 IMG_1311 IMG_1312 IMG_1318 IMG_1320 IMG_1322 IMG_1323 IMG_1324 IMG_1326 IMG_1327 IMG_1328 IMG_1331 IMG_1332 IMG_1333 IMG_1335 IMG_1336 IMG_1337 IMG_1339 IMG_1340 IMG_1341 IMG_1343 IMG_1345