Alla scoperta di Tagliacozzo – resoconto fotografico

Postato il Gen 16, 2020 |


Ancora una volta alla scoperta di Tagliacozzo, ancora una volta una bella esperienza di cammino.

26 dicembre, un bel gruppetto di escursionisti affiatati e interessati.

 

Con una colonna sonora come sottofondo; sempre diversa: dalla musica natalizia filodiffusa in paese, al suono roboante delle acque del fiume Imele per concludere col silenzio del bosco; forse la parte di colonna sonora che ci ha detto di più e che sicuramente ci ha spinti alle riflessioni più profonde.

Ci siamo incamminati per il paese vecchio, poi per la pineta con le risorgenti del fiume Imele. Dalle risorgenti al pianoro di monte La Difesa e località la Croce che tutto vede: dal Monte Velino al Monte Amaro, dai monti della Valle Roveto a Monte Midia.

Poi la chiesa del Calvario e gli spettacolari ruderi del castello, per rientrare in paese, nella parte spettacolare delle chiese e dei conventi (San Cosma e Damiano e San Francesco).

Abbiamo varcato le cinque porte del paese (porta dei Marsi nella parte bassa, porta Corazza accanto all’ex mattatoio, porta Romana in Alto La Terra verso Roma, porta Valeria e porta San Rocco accanto al Palazzo Ducale).

Abbiamo raggiunto le due cime che sovrastano il paese (monte La Difesa e Monte Civita)

Abbiamo ascoltato noi stessi, riflessi nel fiume e nel bosco.

di Alberto Liberati
Altri post che potrebbero interessarti

Iscriviti alla newsletter di Montagne Selvagge e verrai aggiornato su tutte le nostre attività



Proseguendo la navigazione di questo sito accetti l'utilizzo dei cookies e l'intera privacy policy della quale puoi prendere lettura

Open chat
Puoi contattarci qui per ogni informazione
Powered by