Posts Tagged "Accompgnatore di Media Montagna"


 

Tre marzo duemiladiciannove

Escursione guidata alla scoperta della Grotta di San Benedetto.

Gli scenari mozzafiato del Parco Naturale Regionale Sirente Velino ci regalano sempre nuove emozioni; camminare sullo stesso sentiero dove passa il lupo può essere indimenticabile, così come osservare il volo del grifone, ricordare le gesta degli antichi popoli italici e ammirare le altezze delle vette innevate.
Partendo dal Rifugio Casale da Monte siamo siamo arrivati alla Grotta di San Benedetto, ma l’arrivo non è stata la conclusione dell’escursione, bensì, come dico spesso, la montagna non è semplicemente un trasportarsi da punto A ad un punto B, la Montagna è completezza in ogni suo passo: dalla partenza all’arrivo. Ammirare i panorami dalla grotta di San Benedetto è molto emozionante. I panorami spaziano dalla piana del Fucino ai monti del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, dai piani palentini al Monte Viglio, al Cotento e al Tarino, dal Monte Autore al Padiglione e al Monte Midia.

Grazie a tutti!

 

Leggi Tutto

 

Atropa trekking & Montagne Selvagge 
Presentano:

15 e 16 dicembre 2018

Due giorni “Into the Wild” nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

 

Siete pronti a vivere un’esperienza unica, come quella di una nottata in un bellissimo rifugio di montagna immerso nella selvagge bellezze del Parco d’Abruzzo?
La natura, la bellezza del paesaggio circostante, l’aria salubre e il buon cibo bastano da soli a pensare al benessere di una vacanza in montagna: lontani dal caos e dallo smog cittadino, ascoltando il silenzio che crea la montagna. Un esperienza che espande lo spirito e ti mette in contatto con il tuo corpo…

Due giorni di trekking tra vette, boschi, animali selvatici, storia, cultura, leggende e tradizioni…
Osserveremo il volo dei rapaci, seguiremo le tracce degli animali selvatici, ed impareremo a riconoscerle, così come la flora più rappresentativa del posto. 

Dormiremo e mangeremo qui:
Lo stazzo Acquasfranatara di Val Fondillo nasce dal recupero di un vecchio ricovero pastorale e rientra nel piano strategico del rifugio diffuso attivato anche nel Comune di Opi. Recentemente ristrutturato offre una semplice ospitalità con una spaziosa sala da pranzo con cucina a legna e un sistema con panche e soppalco in legno in grado di ospitare 9 persone. Lo stazzo può essere raggiunto facilmente attraverso la splendida passeggiata che attraversa la Val Fondillo. Lungo il percorso si ha un colpo d’occhio magnifico sull’area di Riserva Integrale della Cacciagrande-Valle Jancino, un luogo incantato e l’unica foresta vetusta del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise con presenza costante di acqua, poiché è attraversata da diversi ruscelli dove alberi di dimensioni imponenti sovrastano valli incassate, piene di rocce ed anfratti. A pochi passi dalla struttura il fontanile e la sorgente omonima garantiscono costante disponibilità di acqua potabile.


Programma:

Sabato 15 dicembre 
Ore 16.00, incontro con la guida presso il parcheggio di Val Fondillo e partenza per una breve escursione al crepuscolo che ci condurrà al Bivacco di Acquasfranatara. Qui ci attenderà un accogliente ambiente riscaldato, una tisana e, per cena, una ricca degustazione di prodotti locali. Pernotto in bivacco.
La Val Fondillo è uno dei posti più belli del Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise.
E’ ricca di verde, di boschi, di rarità naturalistiche, di riposanti e fresche radure.
Oltre alle cinque sorgenti principali, è possibile incontrare numerose piccole fonti che, con la loro acqua buona da bere, alimentano il torrente Fondillo.

Sviluppo: 3.5 km
Dislivello: 120 metri
DIfficoltà: facile

Cena, pernotto e prima colazione al Bivacco di Acquasfranatara.


Domenica 16 dicembre
Uscita all’alba per la traversata dalla Val Fondillo a Civitella Alfedena, attraverso ambienti di straordinaria bellezza ed affacci panoramici su Lazio ed Abruzzo.
Passeremo per il Valico Passaggio dell’Orso (1672 m.), la Val Canneto, il Rifugio di Forca Resuni (1952), Passo Cavuto e la Val di Rose. A metà strada per il Valico Passaggio dell’Orso si trova la Grotta delle Fate, a cui si potrà accedere attraverso una scalinata creata dalle radici dei faggi. Riprendendo il cammino si giungerà al Passo dell’Orso, che veniva tradizionalmente utilizzato dai pastori per raggiungere il Lazio ed è attualmente utilizzato dei pellegrini che raggiungono il Santuario della Madonna di Canneto.

Dal Valico si continua fino ad abbandonare il sentiero F2 per imboccare il sentiero O5 che ci porterà al Rifugio Forca Resuni (1952 m) per poi arrivare al Passo Cavuto (1942 m), dove è più frequente avvistare i camosci e dove si può godere del panorama del M. Petroso, della Val di Rosea e della Camosciara.

Scendendo dal Passo Cavuto in direzione del paese di Civitella Alfedena, si passa in una bella faggeta, godendo della vista sul lago di Barrea e giungendo, dopo un ultimo tratto a ridosso del paese, nel bel centro abitato.
La Val di Rose è una delle più famose e frequentate passeggiate del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.
In questa escursione si passa dalla bellezza di una faggeta incontaminata alla concreta possibilità di incontrare uno degli animali più rari della fauna italiana: il Camoscio Appenninico.

Sviluppo: 12 km
Dislivello salita: 956 metri
Dislivello discesa: 1050 metri
Difficoltà: E


Le escursioni verranno guidate da un Accompagnatore di Media Montagna e Maestro di Escursionismo iscritto al Collegio Regionale delle Guide Alpine Abruzzo che, oltre a portarvi nel punto prestabilito con la massima professionalità ed esperienza, vi darà informazioni utili, illustrando flora, fauna e geologia del territorio, senza tralasciare le tradizioni, le leggende e la cultura.

Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.
La partecipazione a questo trekking è per un massimo di 7 persone.


Il modo migliore per tenere sempre sotto controllo la propria temperatura corporea è probabilmente quello di vestirsi a strati: uno strato primario per regolare la traspirazione, uno strato intermedio capace di mantenere la temperatura corporea costante ed uno strato superiore per proteggersi dagli agenti esterni


Materiale ed Equipaggiamento:
Zaino da montagna, scarpe da trekking, bastoncini telescopici (facoltativi), maglietta, pile o maglione, guanti, cappello, giacca a vento impermeabile, maglietta di ricambio, pantaloni, medicinali personali, borraccia per l’acqua (1,5 lt), lampada frontale,sacco a pelo, materassino.


Quota di partecipazione € 95
Il costo è comprensivo dell’escursioni guidate e organizzazione, un pernotto, una cena, una prima colazione, e pranzo al sacco.
Prenotazioni entro il 14 dicembre


Info e prenotazioni:

3382717448 Ercole
3398103359 Simone

info@montagneselvagge.com
Info@atropa-trekking.it


Iscriviti alla newsletter di www.montagneselvagge.com, inserendo la vostra mail e i vostri dati nell’apposita sezione. Oppure inviaci un msg tramite WhatsApp al numero 3382717448 con il vostro nome e verrete aggiornati su tutte le nostre attività.

Leggi Tutto

23 e 24 giugno 2018
Escursione per famiglie nel “Cuore d’Abruzzo”
Escursioni guidate per famiglie nella Valle del Sagittario e sul Sentiero del Cuore.

Sabato 23 giugno
Escursione guidata da Villalago al Lago di San Domenico

Domenica 24 giugno
Escursione guidata sul “Sentiero del Cuore” di Scanno


L’equilibrio di Madre Natura con gli esseri viventi e allo stesso tempo delicato e antico.
Le “connessioni” tra il sole e la sua energia, gli alberi, gli erbivori e i carnivori sono fondamentali per l’esistenza.
Basterebbe una disattenzione, una mancanza di volontà e di rispetto per distruggere queste connessioni che noi non vediamo e ci tengono “uniti”.
Insegnare l’importanza di questo equilibrio anche ai piú piccoli é “vitale”. La nuova generazione ha bisogno di ricredere nella natura per custodire e proteggere.

Visiteremo bellissimi laghi di montagna, attraverseremo boschi selvaggi e ammireremo le alte vette osserveremo le tracce degli animali selvatici e impareremo a riconoscerle, giungeremo nei borghi antichi dove visiteremo musei e chiese e ci faremo emozionare, passo dopo passo, da racconti, leggende e storie antiche. Scopriremo la vita che un tempo si viveva nei paesi, l’arte della ceramica e la magia degli eremi, dove, anticamente, quando l’uomo, nella sua spiritualità, cercava solitudine e riflessione, viveva a stretto contatto con la roccia, con Madre Natura e con i suoi elementi.


Programma escursionistico:

Arrivo ore 14.30 presso il paese di Villalago (Aq), sistemazione nelle stanze e inizio escursione

Sabato 23 giugno
Tra laghi, boschi, borghi, eremi, arti e tradizioni: Escursione guidata al Lago di San Domenico
Escursione guidata dal borgo di Villalago al Lago e all’Eremo di San Domenico, nella Valle del Sagittario

Ci sono posti in cui l’uomo può trovare serenità semplicemente camminando e ammirando panorami. Se lo fai con rispetto incontrerai ancor di più quelle purità e semplicità che fanno bene alla nostra vita.
Nella Riserva Naturale Regionale del Lago di San Domenico e Lago Pio, nel comune di Villalago ci sono vette che al solo sguardo odorano di selvaggio, si possono incontrare le tracce dei cervi e del lupo e osservare antichi terrazzamenti, testimonianza di un antico paesaggio agro-pastorale.
Dal Lago Pio, attraversando il bellissimo paese di Villalago e, subito dopo, un bellissimo bosco di pini si arriva al Lago di San Domenico… meraviglia delle meraviglie! Le sue acque hanno un colore difficile da descrivere: in questo periodo è di un blu che definirei quasi elettrico, qualcosa di stupefacente, talmente trasparente da permettere di vedere anche il fondale e si potrebbe stare lì a guardarlo per ore…
Dal lago andremo in visita all’Eremo di San Domenico, dove, anticamente, quando l’uomo, nella sua spiritualità, cercava solitudine e riflessione, viveva a stretto contatto con la roccia, con Madre Natura e con i suoi elementi.

Ritorno per lo stesso sentiero e visita al museo delle arti e tradizioni popolari di Villalago.
Varie sale a tema portano il visitatore a viaggiare indietro nel tempo. Ogni sala affronta un tipo di attrezzo diverso: attrezzi agricoli, dei pastori, dei pescatori, per la preparazione del formaggio, della cardatura e tessitura della lana, usati dai nonni ed avi degli abitanti di Villalago, oggi scomparsi dall’uso quotidiano.


Domenica 24 giugno
Escursione sul “Sentiero del Cuore” per ammirare dall’alto la bellezza del Lago di Scanno

L’escursione ha inizio dalle rive del lago di Scanno in uno dei luoghi turistici più noti d’Abruzzo.
Scanno è considerato uno dei borghi più belli d’Italia e tutto concorre a renderlo un luogo unico al mondo. Forse per le sue architetture storiche, testimonianti la ricchezza del paese. Forse per la sua storia, leggibile nelle decorazioni dei portali o nelle pareti delle case. Oppure per quell’atmosfera che si respira nei vicoli storici. Ma soprattutto per la presenza del vicino lago, formatosi da una erosione della montagna in tempi molto lontani a noi. E proprio quel lago rappresenta una delle attrazioni preferite in Abruzzo. Soprattutto quando visto da una particolare prospettiva assume la forma di un cuore, azzurro. Un punto specifico per godersi quella immagine, raggiungibile attraverso un sentiero.
Il nostro cammino inizia sul Sentiero del Cuore e ci consente di raggiungere l’eremo di Sant’Egidio, una piccola chiesa del ‘600 sita sull’omonimo colle, da cui è possibile godere della suggestiva ed emozionante vista del lago a forma di cuore.


L’escursione verrà guidata da un Accompagnatore di Media Montagna e Maestro di Escursionismo iscritto al Collegio Regionale delle Guide Alpine Abruzzo che, oltre a portarvi nel punto prestabilito con la massima professionalità ed esperienza, vi darà informazioni utili, illustrando flora, fauna e geologia del territorio, senza tralasciare le tradizioni, le leggende e la cultura.

Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.

Prenotazione obbligatoria entro il 19 giugno
Min 10 partecipanti adulti
Possibilità di partecipare anche alla singola escursione


Il modo migliore per tenere sempre sotto controllo la propria temperatura corporea è probabilmente quello di vestirsi a strati: uno strato primario per regolare la traspirazione, uno strato intermedio capace di mantenere la temperatura corporea costante ed uno strato superiore per proteggersi dagli agenti esterni


Materiale ed Equipaggiamento:
Zaino da montagna, scarpe da trekking, bastoncini telescopici (facoltativi), maglietta, pile o maglione, guanti, cappello, giacca a vento impermeabile, maglietta di ricambio, pantaloni, medicinali personali, borraccia per l’acqua (1,5 lt), sali minerali, frutta secca.


Info e prenotazioni:
Ercole Marchionni
Accompagnatore di Media Montagna
3382717448, info@montagneselvagge.com


Costi complessivi del trekking per i due giorni:

GUIDA E ACCOMPAGNAMENTO
€ 30 adulti, € 10 bambini al di sotto dei 12 anni.
€ 70 nucleo famigliare composto da quattro persone: genitori e due figli minori di 12 anni

Comprensivo di escursione guidata a cura di un Accompagnatore di Media Montagna/ Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo.
Copertura assicurativa (RCT professionale) per tutta la durata dell’evento.
Organizzazione e supporto guida.

PERNOTTO, PRANZO AL SACCO E CENE
Pernotto: € 60 matrimoniale, € 85 tripla, € 100 quadrupla. Comprensivo di prima colazione
Cena: € 18 comprensivo di primo, secondo, contorno e frutta, vino e acqua.
Pranzo al sacco: € 7 comprensivo di due panini, frutta e acqua


Info e prenotazioni:
3382717448, info@montagneselvagge.com
www.montagneselvagge.com


Montagne Selvagge – escursioni guidate nelle selvagge bellezze d’Abruzzo.
Per essere aggiornati su tutte le nostre attività potete iscrivervi alla newsletter di www.montagneselvagge.com, inserendo la vostra email e i vostri dati nell’apposita sezione. Oppure inviaci un messaggio tramite whatsapp al numero 3382717448 e riceverete individualmente i nostri aggiornamenti.

 

Leggi Tutto

Dieci giugno duemiladiciotto

In occasione del primo anniversario del punto di vendita Alta Quota Barrea Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, in collaborazione con Atropa Trekking e #Garmont, siamo stati in escursione sul Monte Meta, nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Potrei parlarvi di altezze e dislivelli, ma preferisco non farlo e parlavi delle emozioni di questa giornata.

La prima volta che ho visto questi monti mi sono detto: “Se un giorno decidessi di sparire, lo farò tra queste montagne”.

Queste montagne “pulsano” di selvatico dai boschi alle vette.

L’intensa giornata é iniziata dal Pianoro delle Forme ed é finita davanti una birra (terzo tempo).

Dalla Val Pagana, attraverso una stupenda faggeta ci siamo diretti verso Passo dei Monaci e, poco prima del Passo, abbiamo incontrato il Camoscio appennico – una madre e il piccoletto che ci osservavano incuriositi. Questa “creatura” é di una tale selvatichezza che rimarresti ore e ore a guardarlo mentre si arrampica tra le rocce piú impervie.

Le nuvole ci hanno abbracciato al nostro arrivo in vetta, ma ci hanno permesso lo stesso di assaporare la sensazione delle altezze.

Ridiscesa ad anello verso campitelli e “terzo tempo” nel paese di Barrea.

Grazie a tutti per questa giornata

Leggi Tutto
Escursione guidata all’Eremo di Cauto

Escursione guidata all’Eremo di Cauto


Postato il Mag 13, 2018

Domenica 13 maggio 2018

Escursione guidata all’Eremo di Santa Maria del Cauto

 

In cammino nella Riserva naturale guidata Zompo lo Schioppo, tra cascate spettacolari, sorgenti, grotti, boschi, leggende, misteri, silenzi e spiritualità.

Percorreremo il panoramico sentiero de “Le scalellle”, giungeremo al Fosso dei Briganti, al Buco del Cauto e racconteremo la storia e le leggende di questi posti.

Andremo a visitare questo antico eremo, della cui esistenza si hanno notizie fin dal XII secolo. Immerso nel folto bosco di faggio, rifugio, dal medioevo in poi, di uomini che vollero allontanarsi dal mondo per dedicarsi alla ricerca di Dio. Fu abitato dai monaci benedettini dalla prima metà del XII secolo e passò nel 1181 ai cistercensi dell’abbazia di Casamari. All’interno conserva affreschi della vita di Santa Caterina di Alessandria.

 


Dislivello: 550 m ca

Durata: 6 ore ca (soste incluse)

Difficoltà: E

Lunghezza a/r: 10 km ca

Appuntamento: ore 8,30 nel paese di Morino


L’escursione verrà guidata da un Accompagnatore di Media Montagna e Maestro di Escursionismo iscritto al Collegio Regionale delle Guide Alpine Abruzzo che, oltre a portarvi nel punto prestabilito con la massima professionalità ed esperienza, vi darà informazioni utili, illustrando flora, fauna e geologia del territorio, senza tralasciare le tradizioni, le leggende e la cultura.

 

Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.

Obbligatoria la prenotazione entro le 18.00 del giorno prima.

 

Min 5 – Max 15 partecipanti


Costi dell’escursione guidata:

€ 15 a persona, comprensivo di escursione guidata a cura di un Accompagnatore di Media Montagna/ Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo e copertura assicurativa per tutta la durata dell’evento ( Rct professionale).


Il modo migliore per tenere sempre sotto controllo la propria temperatura corporea è probabilmente quello di vestirsi a strati: uno strato primario per regolare la traspirazione, uno strato intermedio capace di mantenere la temperatura corporea costante ed uno strato superiore per proteggersi dagli agenti esterni 

 

Materiale ed Equipaggiamento:

Zaino da montagna, scarpe da trekking, bastoncini telescopici (facoltativi), maglietta, pile o maglione, giacca a vento impermeabile, pantaloni, maglietta di ricambio, guanti, cappello, medicinali personali, borraccia per l’acqua (1,5 lt), sali minerali, frutta secca, pranzo al sacco.


Info e prenotazioni:

Ercole Marchionni

Accompagnatore di Media Montagna

3382717448, info@montagneselvagge.com


Montagne Selvagge – escursioni guidate nelle selvagge bellezze d’Abruzzo.

Per essere aggiornati su tutte le nostre attività potete iscrivervi alla newsletter diwww.montagneselvagge.com, inserendo la vostra email e i vostri dati nell’apposita sezione. Oppure inviaci un messaggio tramite whatsapp al numero 3382717448 e riceverete individualmente i nostri aggiornamenti.


Leggi Tutto

Iscriviti alla newsletter di Montagne Selvagge e verrai aggiornato su tutte le nostre attività



Proseguendo la navigazione di questo sito accetti l'utilizzo dei cookies e l'intera privacy policy della quale puoi prendere lettura