Posts Tagged "Trekking nella Marsica"


25 aprile 2019

Escursione guidata da Verrecchie al Monte Padiglione

Monti Carseolani

 

L’itinerario che raggiunge la vetta del Monte Padiglione dal tranquillo e suggestivo centro storico di Verrecchie è piacevole ed emozionante: sale all’inizio tra prati e boschi, esce in cresta e prosegue in direzione della cima con panorami via via più ampi.

Alcune volte, le montagne che non superano una determinata quota, non vengo prese in seria considerazione.

Questa montagna, con i suoi 1627 m di altezza, offre panorami mozzafiato: Terminillo, Monte Vettore, le Montagne della Duchessa e del Parco Sirente Velino, la Majella, i Monti Marsicani, i Cantari, i Simbruni e i Monti Carseolani… ti trovi, praticamente, nel mezzo della bellezza.

 


Dislivello: 650 m ca

Durata: 6 ore ca (soste incluse)

Difficoltà: E

Lunghezza a/r: 8 km ca

Appuntamento: ore 8,30 nel paese di Verrecchie


L’escursione verrà guidata da un Accompagnatore di Media Montagna e Maestro di Escursionismo iscritto al Collegio Regionale delle Guide Alpine Abruzzo che, oltre a portarvi nel punto prestabilito con la massima professionalità ed esperienza, vi darà informazioni utili, illustrando flora, fauna e geologia del territorio, senza tralasciare le tradizioni, le leggende e la cultura.

Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.

Obbligatoria la prenotazione entro le 20.00 del giorno prima.

Min 5 – Max 18 partecipanti


Costi dell’escursione guidata:

€ 15 a persona, comprensivo di escursione guidata a cura di un Accompagnatore di Media Montagna/ Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo e copertura assicurativa per tutta la durata dell’evento.


Il modo migliore per tenere sempre sotto controllo la propria temperatura corporea è probabilmente quello di vestirsi a strati: uno strato primario per regolare la traspirazione, uno strato intermedio capace di mantenere la temperatura corporea costante ed uno strato superiore per proteggersi dagli agenti esterni


Materiale ed Equipaggiamento:

Zaino da montagna, scarpe da trekking, bastoncini telescopici (facoltativi), maglietta, pile o maglione, giacca a vento impermeabile, pantaloni, maglietta di ricambio, guanti, cappello, medicinali personali, borraccia per l’acqua (1,5 lt), pranzo al sacco.


Info e prenotazioni:

Accompagnatore di Media Montagna

3382717448, info@montagneselvagge.com


Montagne Selvagge – escursioni guidate nelle selvagge bellezze d’Abruzzo.
Per essere aggiornati su tutte le nostre attività potete iscrivervi alla newsletter di www.montagneselvagge.com, inserendo la vostra email e i vostri dati nell’apposita sezione. Oppure inviaci un messaggio tramite whatsapp al numero 3382717448 e riceverete individualmente i nostri aggiornamenti.

Leggi Tutto

Domenica 10 febbraio 2019

Tra misteri, magie, bosco e sacralità.

Escursione guidata ad  anello alla Grotta d’Orlando nel Parco Lucus Angitiae, all’interno del comune di Luco dei Marsi.

Escursione ad anello: Fonte San Leonardo, strada dei Centopozzi, Grotta d’Orlando, Cento Pozzi, Fonte Longagna.

Difficoltà: E

Durata a/r: 5 ore

Dislivello: 650 m

Lunghezza a/r: 6,50 km

Appuntamento: ore 8.30 presso Avezzano in Piazza Torlonia.


Il Parco Lucus Angitiae è il ponte naturalistico tra il Parco Nazionale dell’Abruzzo, la Riserva naturale del monte Salviano, il Parco dei Monti Simbruini e il Parco regionale Sirente-Velino. A renderlo particolare, tuttavia, non sono solo la felice posizione geografica e le sue bellezze naturali e paesaggistiche: in questo luogo, considerato sacro e magico sin dall’antichità, coesistono, infatti, natura, storia e mitologia. Il Parco è ricco di monumenti, opere d’arte e resti archeologici dall’età del Bronzo fino al Medioevo e al Rinascimento.

 

Il toponimo Grotta d’Orlando prenderebbe origine dai miti popolari sui cavalieri di Carlo Magno. Secondo altre interpretazioni il nome attuale sarebbe una corruzione di “Grotta urlante”, nome che a sua volta deriverebbe da suoni simili ad ululati prodotti dalla circolazione del vento nella cavità.

La grotta è visitabile e lo spazio antistante è attrezzato con segnaletica ed un piccolo spazio di sosta. La tradizione popolare luchese lega questa grotta a favolosi “tesori” che qui sarebbero stati nascosti dai briganti. All’interno della caverna è conservato un antico abbeveratoio realizzato con un tronco di legno scavato, che raccoglie acqua di stillicidio. La grotta, molto probabilmente, fa parte del più ampio Sistema dei Centopozzi.

 

Sulle rive del lago del Fucino sorgeva un’antica città chiamata Angizia (Anxa). Era situata dove ora sorge il cimitero e le sue rovine sono visibili da tanti luoghi. La citta, preromanica, era abitata dai marsi, e i suoi abitati si opposero con forza alla dominazione e alla conquista dei romani.

Molti reperti venuti alla luce casualmente o durante lavori pubblici e privati danno testimonianza dell’importanza del sito archeologico. I suddetti reperti, statue, sculture a bassorilievo, monete ecc. sono ora custoditi presso il museo storico di Chieti.

Il nome Angizia deriva dalla Dea che gli abitanti adoravano, Angizia appunto, in onore della quale era stato edificato un tempio di cui si conosce con esattezza l’ubicazione. La Dea era sorella della più famosa Maga Circe e di Medusa, dea dalla testa ricoperta di serpenti, che pietrificava gli uomini con il solo sguardo.

Angizia (in latino Angitia o Angita, da anguis, serpente; in peligno Anaceta) era una divinità adorata dai Marsi, dai Peligni e da altri popoli osco-umbri, associata al culto dei serpenti.

 

Poiché i serpenti erano spesso collegati alle arti curative, Angizia era probabilmente una Dea della guarigione. i Marsi, che la consideravano più una maga che una dea, dovevano a lei la conoscenza dell’uso delle erbe curative, specie quelle contro i morsi di serpente. Le venivano attribuiti altri poteri, come quello di uccidere i serpenti stessi col solo tocco.


Le escursioni verranno guidate da un Accompagnatore di Media Montagna e Maestro di Escursionismo, iscritto al Collegio Regionale delle Guide Alpine Abruzzo che, oltre a portarvi nel punto prestabilito con la massima professionalità ed esperienza, vi darà informazioni utili, illustrando flora, fauna e geologia del territorio, senza tralasciare le tradizioni, le leggende e la cultura.

Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.

Obbligatoria la prenotazione entro le 19.00 del giorno prima.

Min 5 – Max 15 partecipanti per ogni escursione

Costi:

€ 15 a persona, comprensivo di escursione guidata a cura di un Accompagnatore di Media Montagna/ Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo e copertura assicurativa (Rct professionale) per tutta la durata dell’evento.


Il modo migliore per tenere sempre sotto controllo la propria temperatura corporea è probabilmente quello di vestirsi a strati: uno strato primario per regolare la traspirazione, uno strato intermedio capace di mantenere la temperatura corporea costante ed uno strato superiore per proteggersi dagli agenti esterni

Materiale ed Equipaggiamento:

Zaino da montagna, scarpe da trekking, bastoncini telescopici (facoltativi), maglietta, pile o maglione, giacca a vento impermeabile, maglietta di ricambio, pantaloni, guanti, cappello, medicinali personali, borraccia per l’acqua (1,5 lt), sali minerali, frutta secca, pranzo al sacco.


Info e prenotazioni:

Ercole Marchionni

Accompagnatore di Media Montagna

3382717448, info@montagneselvagge.com


Montagne Selvagge – escursioni guidate nelle selvagge bellezze d’Abruzzo.

Per essere aggiornati su tutte le nostre attività potete iscrivervi alla newsletter diwww.montagneselvagge.com, inserendo la vostra email e i vostri dati nell’apposita sezione. Oppure inviaci un messaggio tramite whatsapp al numero 3382717448 e riceverete individualmente i nostri aggiornamenti.

Leggi Tutto

Sabato 9 febbraio 2019

Alla scoperta della Valle d’Amplero e le tombe degli antichi guerrieri marsi

Escursione guidata ad anello

Dislivello: 250 m ca

Durata: 5 ore (soste incluse)

Difficoltà: facile

Lunghezza del giro ad anello: 9 km

Appuntamento ore 10:00 presso il paese di Collelongo (Aq)


Facile escursione di importantissimo valore storico.

Visiteremo l’area fortificata sul colle detto La Giostra e la cosiddetta Necropoli del Cantone

Nessuno potrebbe mai sospettare che i fitti boschi poco distanti dal piccolo comune di Collelongo (AQ) nascondano segreti di valore inestimabile e pagine di storia antica ancora non del tutto decifrate. Eppure i colli che a nord est del borgo abitato circondano l’area piana di Amplero, a sud dell’ex bacino del Fucino, furono terra attiva e vitale fin dal VI secolo a. C., rivelando tracce degli antichi popoli autoctoni, ben prima dell’arrivo dei romani nel territorio abruzzese.

 

L’area archeologica, scoperta a metà dell’ottocento, divenne oggetto d’indagine approfondita alla fine degli anni sessanta dello scorso secolo proprio in virtù dei resti notevoli di volta in volta rinvenuti, che permisero all’Università di Pisa di individuare, nei decenni a seguire, un’ampia area fortificata sul colle detto La Giostra. Quello che la campagna di scavi del 1978 portò alla luce permise di comprendere una volta di più il mondo e le attività cultuali del popolo degli antichi marsi, anime guerriere che vissero queste valli che ancora ne portano il nome da secoli.


Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.

Obbligatoria la prenotazione entro le 19.00 del giorno prima.

La guida si riserva di escludere le persone che non hanno un equipaggiamento adeguato.

Min. 5 – Max. 20 partecipanti

 


L’escursione verrà guidata da un Accompagnatore di Media Montagna e Maestro di Escursionismo iscritto al Collegio Regionale delle Guide Alpine Abruzzo che, oltre a portarvi nel punto prestabilito con la massima professionalità ed esperienza, vi darà informazioni utili, illustrando flora, fauna e geologia del territorio, senza tralasciare le tradizioni, le leggende e la cultura.


Costi del trekking:

€ 15 a persona per ogni escursione, comprensivo di escursione guidata a cura di un Accompagnatore di Media Montagna/ Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo e copertura assicurativa per tutta la durata dell’evento (Rct professionale)

Materiale ed Equipaggiamento:

Zaino da montagna, scarpe da trekking, bastoncini telescopici (facoltativi), maglietta, pile o maglione, giacca a vento impermeabile, pantaloni comodi per la camminata, maglietta di ricambio, cappello, guanti, medicinali personali, occhiali da sole, borraccia per l’acqua (1,5 lt), sali minerali, frutta secca, pranzo al sacco


Info e prenotazioni:

3382717448 (anche whatsapp)

info@montagneselvagge.com

www.montagneselvagge.com


Per essere aggiornati su tutte le nostre attività potete iscrivervi alla newsletter di www.montagneselvagge.com, inserendo la vostra email e i vostri dati nell’apposita sezione. Oppure inviaci un messaggio tramite whatsapp al numero 3382717448 e riceverete individualmente i nostri aggiornamenti

 

Leggi Tutto

Domenica 3 febbraio 2019

Ciaspolata nel paese fantasma di Sperone e sulla vetta del Monte Serrone e pranzo tipico

Alle porte del Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise, sul “balcone più bello della Marsica”, con gli sguardi rivolti lì, dove un tempo c’era un lago: il dio Fucino.


 

Ritrovo ore 8.00 presso la piazza del paese di Gioia dei Marsi

Spostamento con mezzi propri verso il bivio di Sperone vecchio.

Dislivello: 200 m ca

Durata totale: 5 ore ca con soste incluse

Lunghezza a/r: 10 km

Alle porte del Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise, sul “balcone più bello della Marsica”, con gli sguardi rivolti lì, dove un tempo c’era un lago: il dio Fucino.

Escursione guidata di circa 200 m di dislivello e 10 km

Dal bivio di Sperone vecchio andremo in escursione verso il paese fantasma di Sperone.

Durante la camminata parleremo della storia di questo borgo: balcone naturale della Marsica, sentinella silenziosa e strategica sin dall’epoca della prima fortificazione romana, del paese vecchio di Sperone non restano oggi che mura, tetti e stanze senza arredi in attesa di nuovi segni del tempo, testimoni muti di una storia che in pochi ricorderanno. Abbandonata definitivamente dopo gli anni settanta per via dell’impervio isolamento che nei secoli era stato la sua fortuna, subì la sorte di chi non riesce a correre al passo coi tempi, spegnendosi lentamente negli anni. Oggi la torre di un castello ormai scomparso domina l’impianto urbanistico di Gioia dei Marsi, dall’alto del Passo Sparnasio.

Da Sperone ci incammineremo verso la vetta del Monte Serrone, dove ammireremo panorami indimenticabili e vette innevate e vi racconteremo la storia del dio Fucino e degli antichi guerrieri marsi.


L’escursione verrà guidata da professionisti del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo che, oltre a portarvi nel punto prestabilito con la massima professionalità ed esperienza, vi darà informazioni utili, illustrando flora, fauna e geologia del territorio, senza tralasciare le tradizioni, le leggende e la cultura.

Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.

Obbligatoria la prenotazione entro le 20.00 del giorno prima.

_________________________________________________

Min 6 – Max 20 partecipanti

Costi del trekking:

€ 15 a persona per guida e organizzazione

€ 7 per l’affitto di ciaspole e bastoncini

€ 15 per il pranzo presso l’Hotel Filippone

Menù del pranzo:

Bruschetta

“Noccarrusc” (piatto tipico di Gioia dei Marsi), pasta fatta con farina rossa e con sugo di con broccoli, salsicce e pomodori.

Vino

Acqua


Materiale ed Equipaggiamento:

Zaino, scarpe da trekking, maglietta, pile o maglione, giacca a vento impermeabile, pantaloni comodi per la camminata, maglietta di ricambio, borraccia per l’acqua, guanti, cappello, medicinali personali, frutta secca, occhiali da sole.

Il pranzo, presso l’Hotel Ristoranet Filippone, sarà previst0 per le ore 14.00


Info e prenotazioni:

3382717448

info@montagneselvagge.com

www.montagneselvagge.com


 

Per essere aggiornati su tutte le nostre attività potete iscrivervi alla newsletter di www.montagneselvagge.com, inserendo la vostra email e i vostri dati nell’apposita sezione. Oppure inviaci un messaggio tramite whatsapp al numero 3382717448 e riceverete individualmente i nostri aggiornamenti.

Leggi Tutto

Sabato 2 febbraio 2019

STELLE ED ALCHIMIE

Escursione astronomica notturna guidata ad Alba Fucens e cena presso L’Alchimista del Borgo Medievale di Alba Fucens.

Alle pendici del Monte Velino e del Monte Cafornia, nel Parco Naturale Regionale Sirente Velino.

 

Facile escursione notturna per conoscere le stelle, i loro segreti e la storia di Aba Fucens: sito archeologico italico sorto come colonia di diritto latino che occupava una posizione elevata e ben fortificata su 34 ettari a quasi 1000 m s.l.m. alle pendici del monte Velino. Fu fondata da Roma come colonia di diritto latino nel 304 a.C. nel territorio degli Equi, a ridosso di quello occupato dai Marsi, in una posizione strategica.

Cena presso L’Alchimista del Borgo Medievale di Alba Fucens e osservazione astronomica con telescopio professionale a cura dell’astrofilo Franco Salvati.

Facile escursione guidata di circa 200 m di dislivello e 4 km, con illustrazione delle principali costellazioni invernali. Durante la camminata si daranno informazioni utili sulle stelle e le costellazioni: vi si aprirà un mondo nuovo e scoprirete la magia del cielo di notte! Le escursioni in notturna sono un’occasione eccezionale per immergersi in un’atmosfera meravigliosa e per lasciarsi sedurre dalla natura che ci dona la magia del suo volto più intimo e nascosto.

Durante l’escursione si faranno racconti sulle leggende del bosco, sui miti delle stelle e sulla storia di Alba Fucens.

Osservazione astronomica con telescopio professionale di ammassi di stelle, galassie, nebulose, costellazioni e pianeti.

 

 

 

In caso di cielo coperto dalle nuvole, con impossibilità di ammirare le stelle, l’escursione sarà prevista ugualmente e ci saranno letture fantastiche e di montagna.


 

La strumentazione in uso nelle serate escursionistiche astronomiche notturne guidate, consiste in un telescopio a schema ottico Newton con diametro dello specchio/obiettivo di 635mm, rapporto focale f5 e focale di 3200mm. Con questo telescopio è possibile osservare stelle, ammassi di stelle, nebulose, nebulose planetarie, galassie, pianeti.

 

 


Appuntamenti: Inizio escursione ore 17.00 presso presso L’Alchimista del Borgo Medievale di Alba Fucens, nel comune di Forme (Aq).

Ore 20.30 inizio cena.

Dopo cena ci sarà l’osservazione astronomica con telescopio professionale a cura dell’astrofilo Franco Salvati.

 

 


Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e sarà annullato se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.

Obbligatoria la prenotazione entro le 11.00 del giorno stesso

Minimo 8. Massimo 25 partecipanti


Costo escursione guidata e osservazione astronomica:

€ 15 a persona, comprensivo di escursione guidata a cura di un Accompagnatore di Media Montagna/ Maestro di Escursionismo del Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo, copertura assicurativa per tutta la durata dell’evento (RC Professionale) e osservazione astronomica con telescopio professionale.

Costo cena:

Menù e prezzi

€ 25, menù comprensivo di antipsato, primo, secondo, vino e acqua.

Antipasto – Vettutata di zucca con sauté di funghi

Primo – Tonnarelli agli odori e sapori del bosco

Secondo – Salsicce in rosso su crostone di pane

Vino

Acqua

Caffè


 

Materiale ed Equipaggiamento:

Scarpe da trekking o buone scarpe da ginnastica, lampada frontale o torcia a mano, bastoncini telescopici (facoltativi), maglietta, pile o maglione, giacca a vento impermeabile, pantaloni comodi per la camminata, cappello, guanti.

Info e prenotazioni:

3382717448 (anche whatsapp)

info@montagneselvagge.com

www.montagneselvagge.com

 


Per essere aggiornati su tutte le nostre attività potete iscrivervi alla newsletter di www.montagneselvagge.com, inserendo la vostra email e i vostri dati nell’apposita sezione. Oppure inviaci un messaggio tramite whatsapp al numero 3382717448 e riceverete individualmente i nostri aggiornamenti

 

Leggi Tutto

Iscriviti alla newsletter di Montagne Selvagge e verrai aggiornato su tutte le nostre attività



Proseguendo la navigazione di questo sito accetti l'utilizzo dei cookies e l'intera privacy policy della quale puoi prendere lettura