Montagne Selvagge

Escursioni guidate nelle selvagge bellezze d'Abruzzo


Le nostre date sul Cammino dei Briganti:

Dal 3 al 8 agosto in tenda e sacco a pelo

100 km in sei giorni sul Cammino dei Briganti per ritrovare sé stessi

Natura selvaggia, trekking, arte del camminare, orizzonti, libertà, all’aria aperta, tenda, sacco a pelo, sotto le stelle, racconti, teatro dei briganti, leggende, storia, tradizioni, cultura… Vita!!

Proponiamo il cammino in tenda e sacco a pelo, per rimanere a stretto contatto con la natura selvaggia dei posti che incontreremo.

L’organizzazione si occuperà dell’accompagnamento, trasporto materiale, preparazione campo e cucina.

Ad ogni campo ci sarà possibilità di farsi una doccia e di andare al bagno al coperto.


Dal 7 al 12 settembre  presso b&b, case private, agriturismi con servizi anche comuni.

Natura selvaggia, trekking, arte del camminare, orizzonti, libertà, all’aria aperta, sotto le stelle, racconti, osservazione astronomica, teatro dei briganti, leggende, storia, tradizioni, cultura… Vita!!

Il cammino dei Briganti è un trekking ad anello, di una lunghezza totale di 100 km. Svela una storia minore, una natura incontaminata, paesi a misura d’uomo dove il senso dell’ospitalità è un grande valore. Si sviluppa lungo quello che era il confine tra lo stato Pontificio ed il Regno Borbonico, dove ebbero luogo conflitti importanti tra i Briganti ed i Savoia.


Che cos’è il Cammino dei Briganti:

Il Cammino dei Briganti è un cammino a quote medie (tra gli 800 e i 1300 m. di quota) sulle orme dei briganti della Banda di Cartore, tra la Val de Varri, la Valle del Salto e le pendici del Monte Velino. Partenza e arrivo da Sante Marie, vicino a Tagliacozzo (AQ). La Marsica e il Cicolano sono terre di boschi, montagne e storie di briganti. In particolare il territorio attraversato da questo cammino è un territorio di confine, oggi tra Abruzzo e Lazio, ieri tra Stato Pontificio e Regno Borbonico. I briganti vivevano sul confine per passare da una parte all’altra a seconda della minaccia. I briganti lottavano contro l’invasione dei Sabaudi, che avevano costretto il popolo a entrare nell’esercito. Erano spiriti liberi, che non volevano assoggettarsi ai nuovi padroni, e per questo erano entrati in clandestinità. Una storia fatta anche di rapimenti, riscatti e tanta violenza. Una storia di 150 anni fa. Oggi l’esperienza dei viaggiatori antichi viene riproposta basata sul viaggiare a piedi da paese tutto ben percorribile, segnato e con posti tappa attrezzati.

Leggi Tutto

Qui, dove il selvaggio regna con tutto il suo cuore
Qui, dove Charles Moulin vive ancora nella forza dell’orso e nel coraggio del camoscio.
Qui, dove il silenzio delle vette ti indica la strada giusta da percorrere nella vita

 

Sedici giugno duemiladiciannove

Traversata delle Mainarde in collaborazione con Atropa Trekking

Eccoci di nuovo sulle Mainarde, per una bellissima traversata di 23 km e sette vette da ascendere.
Da Val Pagana siamo giunti al Passo dei Monaci, dove panorami emozionanti si sono aperti ai nostri occhi. Con gioia e volontà abbiamo raggiunto le vette de La Metuccia, Monte a Mare, Coste dell’Altare, Monte Mare e Monte Ferruccia, per poi ridiscendere e salire sul Monte Marrone e andare a visitare la capanna di Charles Moulin.
Una giornata intensa: racconti di briganti, la grotta di Domenico Fuoco, Linea Gustav e racconti di guerra, Charles Moulin e la sua vita in questi posti, silenzi e riflessioni. Tutto questo in una giornata da ricordare.
Ringraziamo il gruppo che è stato fantastico dall’inizio alla fine dell’escursione.

 

Leggi Tutto

Nove giugno duemiladiciannove

Escursione guidata sulla vetta del Monte Velino, il Signore del Lago.

Parco Naturale Regionale Sirente Velino

Riserva Naturale Orientata Monte Velino

Finalmente il bel tempo è arrivato e, dopo una lunga pausa dovuta ai molti giorni di pioggia, riniziano le nostre escursioni guidate.

Leggi Tutto

Per Fabio Niccolò

Fa che i tuoi passi diventino fiori

Colori, profumi, suoni, voci, forme, movimenti, luci… tutto é nuovo per te.

Le persone del mondo in cui crescerai saranno diverse: ci saranno coloro che ti giudicheranno per ogni cosa che farai, coloro che si definiranno buoni indossando mille maschere ogni volta che ti incontreranno, e poi ci sono coloro che in silenzio cercano ed esplorano per condurre uomini verso la libertà, e sono quelli di cui devi fidarti.

Si è vero, e non posso dire il contrario, questo mondo ha molte cose che non vanno, dovrai cercare in esso la bellezza e, fidati, esiste…

Leggi Tutto

In ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca… (John Muir)

Cammino dei Briganti 29 aprile – 4 maggio

Il Cammino dei Briganti è un trekking ad anello, di una lunghezza totale di 100 km. Svela una storia minore, una natura Incontaminata, paesi a misura d’uomo dove il senso dell’ospitalità è un grande valore. Si sviluppa lungo quello che era il confine tra lo stato Pontificio ed il Regno Borbonico, dove ebbero luogo conflitti importanti tra i Briganti ed i Savoia.

Da Sante Marie muoveremo verso i paesi posti a guardia del massiccio del Monte Velino (terza vetta dell’Abruzzo) per poi entrare nell’ultimo paese abruzzese (Santo Stefano di Sante Marie), arrivare a Valdevarri e attraversare il confine con il Cicolano per poi attraversare il paese di Poggiovalle e arrivare a Nesce.

Da Nesce giungeremo al paese di Villerose e Spedino, fino ad arrivare al suggestivo borgo di Cartore, un tempo base della omonima banda di briganti, con una escursione al Lago della Duchessa (1.788 m) incastonato in una delle più belle cornici dell’Appennino montano, all’interno dell’omonima Riserva.

Infine riprenderemo il cammino verso Rosciolo dei Marsi, Magliano dei Marsi e i Piani Palentini, per arrivare a Scurcola Marsicana. L’anello si chiuderà con il nostro arrivo a Sante Marie, passando per San Donanto, Scanzano e Tubione.

Leggi Tutto

Bisogna saper ripartire da zero, quando tutto quello che avevi costruito ti é crollato addosso.

Perché il tuo zero è il tuo infinito.

Bisogna saper costruire di nuovo, quando il tuo mondo ti stringe troppo togliendoti respiro e libertà.

Perché tu non resisti ma Esisti.

Perché tu non sopravvivi ma Vivi.

Bisogna saper Partire perché non siamo mai stanchi finché possiamo guardare abbastanza lontano.

Leggi Tutto

Iscriviti alla newsletter di Montagne Selvagge e verrai aggiornato su tutte le nostre attività



Proseguendo la navigazione di questo sito accetti l'utilizzo dei cookies e l'intera privacy policy della quale puoi prendere lettura