LA STELLA ALPINA: REGINA ASSOLUTA DELLE VETTE

Postato il Ott 29, 2015 | 0 comments


Stella AlpinaLA STELLA ALPINA (Leontopodium alpinum):

Bianca per vocazione alpina e tomentosa per sopravvivenza, la nostra Stella ha conquistato nei secoli un primato indiscusso nell’immaginario di quanti amano la montagna, rappresentando per le vette il primo simbolo in assoluto. In grado di sopportare habitat rigidi ed aridi propri delle alte quote, cresce volentieri in alta montagna, prevalentemente sull’arco alpino, anche se se ne conoscono esemplari venuti alla luce altrove, anche a quote ben più alte, come sui monti dell’Himalaya e della Mongolia. Gli esemplari fotografati da noi spuntano sulle cime dell’Appennino e sono dette nivali, ma presentano le stesse caratteristiche delle alpine comunemente definite tali, seppur in dimensioni ridotte.

Stella Alpina - dettaglio dei capolini fioraliDAL LEONE ALLA STELLA:
Il termine botanico con cui vennero classificate, Leontopodium, è un calco latino dal più antico nome greco (λεοντοπόδιον da “léon” leone e “pódion” piede) che vuol riferirsi alla forma dei capolini fiorali, simili ad una zampa di leone. Alle foglie bratteali disposte a stella dobbiamo il nome più comune e, certamente, anche all’aspetto complessivamente lanoso, che permette alla pianta di tollerare l’aridità degli ambienti montani, limitando l’eccessiva traspirazione.

MITI E LEGGENDE:
Fiore sempre più raro, la Stella Alpina è spesso protagonista di fiabe e leggende locali che fanno leva sulla fantasia per raccontare il suo legame con la montagna e i suoi abitanti. Stella AlpinaSi dice che le prime tre Stelle Alpine nacquero dalle lacrime di un padre premuroso che piangeva la figlioletta persa in tenera età, quasi il piccolo fiore bianco, spuntando sotto la neve sciolta dal pianto, potesse in questo modo consolare l’uomo, rispondendo al lutto con un gesto di bellezza. Altri, invece, legano la nostra Stella all’origine delle cose e del mondo, raccontando di una cosmogonia romantica dove l’ordine del creato era ritmato dal ricongiungersi di coppie in amore e il candore della Stella Alpina era la risposta del desiderio della Montagna di Lavaredo e delle sue tre cime di trovare anch’essa una compagna per la vita.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter di Montagne Selvagge e verrai aggiornato su tutte le nostre attività



Proseguendo la navigazione di questo sito accetti l'utilizzo dei cookies e l'intera privacy policy della quale puoi prendere lettura